Coinger

Anche quest’anno, come da tradizione, Coinger porta alla vostra attenzione un progetto educativo finalizzato alla conoscenza delle tematiche ambientali. Su questi temi, durante lo scorso anno scolastico sono stati coinvolti complessivamente oltre 4.200 alunni delle scuole dei comuni aderenti a Coinger.

Da parecchi anni la nostra Società investe entusiasmo e risorse nel mondo scolastico, con l’intento di porre all’attenzione dei cittadini del futuro (i “nostri” ragazzi) tematiche quali il rispetto dell’ambiente e del territorio in generale e l’importanza della presa di coscienza della “questione rifiuti”. L’obiettivo è di stimolare il senso civico, elemento fondamentale per la vita di comunità che attenderà gli studenti nel loro processo di crescita, culturale e sociale.

IL CONTESTO DIDATTICO: EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

L’Educazione Ambientale ha l’obiettivo di far crescere le competenze degli studenti e della comunità sulla crescente interconnessione tra dinamiche ambientali, sociali ed economiche e sulle relazioni tra sostenibilità, economia, etica e responsabilità sociale.

Come ricordato dai Ministeri dell’Ambiente e dal MIUR, l’Educazione Ambientale integra il concetto più allargato di Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS) e non riguarda solo l’ambiente, ma anche l’economia (green economy, economia circolare, sostenibilità economica, sociale e finanziaria) e la società (diritti, pace, salute, diversità e integrazione). Un processo che dura per tutta la vita e tocca tutti gli aspetti della nostra quotidianità, i valori comuni di equità e rispetto per gli altri, per le generazioni future, per la diversità, per l’ambiente, per le risorse della Terra.

Il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, ha pubblicato nel 2015 le linee guida per l’educazione ambientale, a cui dal punto di vista metodologico il nostro progetto fa riferimento.

L’Educazione Ambientale è un “processo per cui gli individui acquisiscono consapevolezza e attenzione verso il loro ambiente; acquisiscono e scambiano conoscenze, valori, attitudini ed esperienze, come anche la determinazione che li metterà in grado di agire, individualmente o collettivamente, per risolvere i problemi attuali e futuri dell’ambiente.” L’educazione è quindi lo strumento principale per cambiare comportamenti e modelli attraverso scelte consapevoli orientate allo sviluppo sostenibile. Come tale è parte integrante delle attività curricolari della scuola primaria e secondaria, permette agli studenti di comprendere le dinamiche ambientali, le implicazioni connesse a comportamenti e stili di vita, le strategie per costruire un equilibrio tra la nostra società e l’ambiente in cui viviamo. L’Educazione Ambientale è quindi un requisito per lo sviluppo sostenibile e l’economia circolare, entrambi obiettivi strategici di riferimento per le politiche economiche e ambientali Europee e Nazionali.

L’apprendimento continuo è uno strumento attivo delle politiche ambientali, con uno slogan efficace permette di: “insegnare ad apprendere, fare, vivere, collaborare ed essere”, coinvolgendo anche gli educatori con un approccio strategico che opera su tre piani: una visione olistica che tiene insieme tutti gli aspetti della vita, le competenze per immaginare un futuro diverso, la capacità di intraprendere azioni concrete per realizzare il cambiamento. L’educazione non è quindi “diffusione di informazioni” ma l’attivazione di un processo che modifica il modo di pensare l’ambiente in cui viviamo per garantire a noi e alla generazioni futura sostenibilità ambientale e pari opportunità di sviluppo e realizzazione.

Per affrontare i grandi problemi della nostra “società globale”, una condizione nuova in cui l’uomo non si era mai trovato prima nel corso della storia dell’evoluzione, è necessario un approccio di stretta integrazione tra le varie discipline scolastiche. La scuola è la prima esperienza di cittadinanza attiva degli studenti, permette di scoprire l’altro da sé, di riconoscere la rilevanza degli altri e dei loro bisogni e di comprendere l’importanza di stabilire regole condivise che comprendono il rispetto degli altri e dell’ambiente naturale, sociale e culturale in cui viviamo.

L’Educazione Ambientale fornisce gli strumenti per comprendere le complessità di una società globale e l’importanza delle azioni individuali per conseguire risultati collettivi, diffondendo la consapevolezza che i problemi, proprio perché enormi, possono essere affrontati e risolti applicando strategie collaborative che partono da comportamenti individuali.